Saldatrici Web
  • Nostro Voto
5
Sending
User Review
5 (1 vote)

Un buon dispositivo di saldatura può garantire la massima robustezza e durata delle costruzioni e può svolgere il lavoro in modo rapido e sicuro.

Ma quale scegliere?

Sostanzialmente le saldatrici a fusione si dividono in tre tipologie principali TIG, MAG e MIG. Le più utilizzate sono quelle MAG (Metal-arc Active Gas) e MIG (Metal-arc Inert Gas) che sfruttano un gas inerte al fine di impedire ogni processo che possa ossidare il metallo durante la fase di saldatura.

Questo gas, infatti, inibisce la fusione grazie anche all’ossigeno circostante.

Nei processi MAG e MIG il metallo che si scioglie generando la saldatura è presente sotto forma di un filo, avvolto in una bobina. Proprio da qui deriva il nome di “saldatrici a filo”, comunemente dette anche “saldatrici a filo continuo”.

Saldatrice a filo continuo Technomig 150 Dual Synergic

Tra le più innovative saldatrici a filo continuo presenti sul mercato c’è il modello Technomig 150 Dual Synergic della Telwin.

La Telwin 150 è una saldatrice semi-professionale made in Italy, tra le più popolari del marchio Telwin, da oltre 50 anni leader mondiale nelle industrie di saldatura, sistemi di taglio, caricabatterie e avviatori, che offre un ottimo rapporto qualità-prezzo rispetto a macchine più costose.

>> Prezzo e recensioni su amazon <<

Si configura come un prodotto semi-automatico adatto sia per principianti, che professionisti del settore, in quanto è estremamente semplice da usare.

La sua tecnologia Dual Synergic e il display ONE TOUCH LCD consentono infatti una migliore, rapida e facile impostazione dei parametri di saldatura. Poiché invece di selezionare tutte le impostazioni manualmente, con il settaggio automatico è necessario inserire solo alcuni dati di base, come lo spessore del materiale che si desidera saldare e il diametro del filo, e la macchina fa tutto il resto.

Di fatto il microprocessore incorporato, è in grado di impostare automaticamente i parametri migliori per tutti i tipi di lavorazione, mantenendo in ogni momento elevate prestazioni di saldatura in tutte le condizioni di lavoro con materiali e/o diversi GAS differenti.

E’ inoltre possibile all’occorrenza intervenire anche manualmente sulla lunghezza dell’arco. Questa regolazione consente di modificare il cordone di saldatura in base allo stile del saldatore, permettendo di scegliere tra le 17 curve sinergiche disponibili.

Il display LCD permette attraverso l’uso di led la segnalazione della presenza di tensione di rete, corto circuiti fra torcia e cavo di massa, sovra/sottotensione o la regolazione dello spessore del materiale (potenza di saldatura). Altre impostazioni permettono poi la regolazione del cordone di saldatura o lunghezza dell’arco, la regolazione della tensione d’arco inferiore e tensione d’arco superiore.

E’ dunque un dispositivo di saldatura estremamente versatile in grado di lavorare su una vasta gamma di materiali, ad esempio lamiere zincate, acciaio, acciaio inossidabile e alluminio.

Predisposta per la saldatura NO GAS/Flux, con un semplice cambio di polarità può essere trasformata in saldatrice a gas MIG-MAG per il funzionamento su lamiere in acciaio, acciaio inossidabile, alluminio e zinco, con il kit optional, o Brazing per saldatura ad ottone, quindi una saldatura molto forte.

La macchina nel suo complesso è leggera e molto compatta, grazie anche alla comoda maniglia posta nella parte superiore, può essere trasportata facilmente con grande comodità praticamente ovunque, per interventi sia all’interno che all’esterno, e non occupa troppo spazio in garage o in auto.

In aggiunta, nella confezione ha in dotazione il cavo di ritorno completo di pinza di massa, la torcia MIG-MAG che rendono la saldatrice immediatamente utilizzabile e il manuale utente in più lingue.

Informazioni utili per l’utilizzo

Ma andiamo a vedere nel dettaglio le altre sue caratteristiche tecniche:

· Tempo di bruciatura finale (Burn-back) in funzione della velocità del filo
· Protezione termostatica
· Protezione contro i corti circuiti accidentali dovuti al contatto tra torcia e massa
· Protezione contro le alimentazioni anomale (tensione di alimentazione troppo alta o troppo bassa)
· Cambio di polarità per saldatura GAS MIG-MAG / BRAZING
· Regolazione fine della lunghezza dell’arco
10 curve sinergiche disponibili
· Amperaggio: minimo 20 A – massimo 150 A.
· Diametro filo animato: minimo 0,6 mm – massimo 1,2 mm.
· Tensione 230 V
· Potenza massima assorbita 2,8 kw.
· Potenza assorbita al 60%: 1,2 kw.

Sul lato anteriore si trova un anello di controllo, la torcia di saldatura, il cavo e il morsetto di ritorno a massa.
Sul lato posteriore: presenta l’interruttore generale ON/OFF, il connettore del tubo per gas di protezione e il cavo di alimentazione.
Sul vano aspo: presenta un morsetto positivo (+) e un morsetto negativo (-).

Avvertenze

Nonostante la già elogiata facilità di utilizzo bisogna prima dell’uso della macchina assicurarsi di aver ben compreso le istruzioni d’uso presenti all’interno del prodotto, ponendo particolare attenzione alle norme di sicurezza che ci informano sui rischi, e le relative misure di protezione ed emergenza.

Le avvertenze infatti raccomandano:
– La connessione dei cavi di saldatura, le operazioni di verifica e di riparazione devono essere eseguite a saldatrice spenta e scollegata dalla rete di alimentazione.
– Spegnere la saldatrice e scollegarla dalla rete di alimentazione prima di sostituire i particolari d’usura della torcia.
– Eseguire l’installazione elettrica secondo le previste norme e leggi antinfortunistiche.
– La saldatrice deve essere collegata esclusivamente ad un sistema di alimentazione con conduttore di neutro collegato a terra.
– Assicurarsi che la presa di alimentazione sia correttamente collegata alla terra di protezione.
– Non utilizzare la saldatrice in ambienti umidi o bagnati o sotto la pioggia.
– Non utilizzare cavi con isolamento deteriorato o con connessioni allentate.
– Non saldare su contenitori, recipienti o tubazioni che contengano oppure che abbiano contenuto prodotti infiammabili liquidi o gassosi.
– Evitare di operare su materiali puliti con solventi clorurati o nelle vicinanze di dette sostanze.
– Non saldare su recipienti in pressione.
– Allontanare dall’area di lavoro tutte le sostanze infiammabili (p.es. legno, carta, stracci, etc.).
– Assicurarsi un ricambio d’aria adeguato o di mezzi atti ad asportare i fumi di saldatura nelle vicinanze dell’arco
– Non saldare vicino, seduti o appoggiati alla saldatrice stessa, rispettare la distanza minima: 50cm
– Non lasciare oggetti ferromagnetici in prossimità del circuito di saldatura.
– Distanza minima 20cm
– Non utilizzare cavi con isolamento deteriorato o con connessioni allentate.
– Proteggere sempre gli occhi durante l’utilizzo con gli appositi filtri conformi alla UNI EN 169 o UNI EN 379 montati su maschere o caschi conformi alla UNI EN 175

Vantaggi e svantaggi della Telwin 50

Dopo aver descritto attentamente le qualità di questo eccezionale prodotto, rimane da chiedersi quale siano i suoi vantaggi e gli svantaggi.

Sono diversi i vantaggi che la Telwin 150 offre.

Come tutte le saldatrici a filo, garantisce velocità di saldatura, una qualità maggiore nei punti di ancoraggio da saldare, saldature super pulite rispetto alla saldatrice classica con elettrodo, e un fantastico controllo dell’arco, quindi non sorprende che siano spesso il punto di partenza per molti saldatori alle prime armi.

La Telwin 150 nel complesso risulta facile da usare, intelligente, performante, leggera e compatta, si dimostra in grado di saldare di tutto.
Usata sia a gas che senza gas riesce a saldare benissimo lamiere da 1mm, ma presenta, ovviamente, anche degli svantaggi.

Inoltre grazie alla tecnologia inverter oltre ad una migliore pulizia della saldatura migliora le prestazioni generali dello strumento permettendo di avere un elevata potenza, con una notevole riduzione in termini di dimensione della macchina stessa, che risulta con i suoi appena 10 kg di peso decisamente più compatta e leggera.

Ma passiamo adesso ai suoi svantaggi, se così possiamo chiamarli.

La Technomig 150 Dual Synergic essendo un prodotto semi-professionale, ha un costo elevato, di conseguenza non è di certo il modello di saldatrice più economico sul mercato, anche se il costo sostenuto viene ripagato dall’elevata qualità e da prestazioni di ottimo livello.

>> Prezzo e recensioni su amazon <<

Quindi, in base all’uso che se ne farà, si dovrà valutare bene se scegliere questo modello o optare per un modello più economico e tradizionale, come ad esempio una saldatrice ad elettrodo.

In ogni caso qualsiasi sia la vostra scelta è un prodotto che vale il suo costo. E’ un prezzo che è in perfetta sintonia con le caratteristiche del prodotto, quindi, si può parlare decisamente di un buon rapporto qualità/prezzo.